Furious 7, Second Chance, Third Person – Ricciotto 104

Pubblicato mercoledì 8 aprile 2015

In soldoni, Vin Diesel le suona a gente che ha vinto l’Oscar, magari anche più di una volta come nel caso di Paul Haggis: in questa puntata di Ricciotto salta fuori che il cinema di puro intrattenimento (Fast and Furious 7) è meglio di quello d’autore e blasonato, vedi i disastri di Second Chance e Third Person. Smarmittare!

A proposito di Furious 7 i nostri consigli di lettura sono due: la recensione scritta da Nanni Cobretti per i 400 Calci e il pezzo in cui i ragazzi di Vulture hanno chiesto a un fisico se lo stunt ad Abu Dhabi si può fare nella realtà. Lui risponde che c’è qualche difficoltà, ma che è comunque il più plausibile di tutto il film.

Al posto di Second Chance (Susanne Bier), Aldo consiglia di recuperare Mommy (Xavier Dolan, 2014) oppure Mysterious Skin(Gregg Araki, 2004). E al posto di Third Person (Paul Haggis) molto meglio dedicarsi a Crash – Contatto fisico o Nella valle di Elah, che son sempre di Haggis ma appartengono a una galassia qualitativa lontana lontana.

A proposito, avete saputo che Star Wars: il risveglio della Forza uscirà il 16 dicembre invece di slittare a gennaio come sembrava? Evviva!

Argomenti

crash furious 7 gregg araki i 400 calci nanni cobretti nella valle di elah paul haggis paul walker second chance star wars: il risveglio della forza susanne bier third person vin diesel vulture Xavier Dolan

Querty
Aggiornato il 8 aprile 2015